Cosa occorre per scattare una buona “fotografia di strada”?

“La fotografia può essere insegnata solo in parte, nello specifico la parte che riguarda la tecnica. Tutto il resto deve venire dal fotografo”
A. Feininger

Abbiamo deciso di iniziare l’articolo con questa citazione perchè la condividiamo pienamente. Questa frase è vera per ogni genere di fotografia ed è massimamente centrata nell’approccio street. Mette in guardia chiunque voglia “imparare” a fare il fotografo.
Studiare la tecnica è imprescindibile e fondamentale, senza non si va da nessuna parte. Oltre a questo c’è bisogno di avere una propria identità e un’urgenza espressiva profonda. Emulare, riprodurre e inquadrare, è un lavoro da tecnici, da operatori del mestiere. Se vuoi diventare fotografo, alla tecnica devi affiancare personalità e unicità.
Quindi, cosa ti occorre per scattare una buona “fotografia di strada”? Ecco i 5 pilastri che abbiamo individuato.

1. Preparazione

Come in tutte le cose fatte bene, nulla si improvvisa. Prima di sperimentare la propria creatività, è fondamentale fare proprie tutte le regole tecniche necessarie alla realizzazione di uno scatto. Questo vale per tutti i generi fotografici e, nella Street Photography, tale aspetto si massimizza ed esplode in una ricerca quasi maniacale della composizione perfetta. Equilibrio di forme e volumi, gestione di luci ed ombre, visione prospettica delle linee, sono solo alcuni degli elementi tecnici che devono sempre essere presenti in una fotografia Street. Per assimilarli e farli tuoi, è consigliabile uno studio approfondito di “educazione visiva” e un continuo confronto con i maestri della pittura e della fotografia stessa. Guardando si impara moltissimo.

2. Attrezzatura

Un punto a favore del genere è che richiede un equipaggiamento minimo per partire. I più grandi artisti di questo stile, hanno lavorato con un corpo macchina e un paio di obiettivi in tasca per gran parte della loro carriera. Ognuno sviluppa la proprie preferenze a livello di marchio, non siamo qui per pubblicizzarne uno piuttosto che un altro. Ci sono alcune caratteristiche, funzionali allo scatto, che possiamo tenere presenti nella scelta della macchina fotografica:

  • Dimensioni: lo Street Photographer tendenzialmente cerca il mimetismo nella folla e cammina parecchio con quella macchina fotografica in mano, quindi per comodità e funzionalità, sono da preferire attrezzature minute. Sono più agevoli e leggere da trasportare e più facili da far passare inosservate. Siccome “piccolo” è un concetto relativo prendi come riferimento il fatto che possa essere tenuta nel palmo della tua mano.
  • Velocità: la fotografia di strada è nota per essere il genere che “coglie l’attimo”, perciò è importante che l’attrezzatura sia rapida in fase di avvio, messa a fuoco e scatto. L’istante decisivo non aspetta!
  • Silenzio: una fotocamera rumorosa attira l’attenzione, quindi sono da preferire macchine più discrete. Sebbene spesso ci si trovi a scattare fotografie in ambienti rumorosi, un otturatore silenzioso è sempre meglio. Non del tutto funzionale l’estremo opposto. Esistono infatti macchine del tutto silenti, ma è difficile avere un feedback diretto sulla riuscita dello scatto. Devi controllare il display e questo ti distoglie dall’ambiente circostante facendoti perdere potenziali scatti. Quindi, come diceva Aristotele, “la giustizia sta nel mezzo”.

3. Contesto

La città è la cornice prediletta per la fotografia Street, ma non è imprescindibile. Sicuramente nell’immaginario di tutti è presente il riferimento alle grandi metropoli statunitensi, ma già spostandoci in Europa si dà ampio spazio a borghi e contesti più piccoli. In qualche caso possiamo anche non trovarci in un centro urbano. Questo perchè, come abbiamo più volte ribadito, ciò che conta è l’intenzione dello scatto. Questa deve rispettare i canoni dello stile e può trovare espressione nei contesti più disparati. Si predilige l’ambiente cittadino perchè offre maggiori occasioni di interazione e incontro coi soggetti, questo è innegabile, ma non arrenderti se non abiti in una metropoli! Esci e scatta.

4. Tempo

Questo è una valore molto importante per la fotografia e va letto da due differenti punti di vista. Banale ripetere che il tempismo nel cogliere il momento decisivo sia fondamentale nella Street. Si tratta di istantanee che sfumano in un battito di ciglia e sta al fotografo predisporsi per coglierle ed immortalarle. C’è anche un’altra considerazione da fare su questo aspetto ed è relativa al tempo del fotografo, non al tempo dello scatto. Quando esci per fare Street Photography non devi avere fretta, non devi andare in giro a cercare affamato lo scatto giusto, devi darti tempo. Il tempo di guardare, il tempo di ascoltare, il tempo di entrare nell’ambiente che ti circonda e diventare un tutt’uno con esso. Un buon fotografo di strada vive il ritmo della realtà in cui si immerge, va a tempo con essa. Non vive la fame della ricerca né l’ansia del risultato. Il fotografo Street sta in attesa pronto e ricettivo a tutto ciò che lo circonda, empaticamente legato ai soggetti che gli sfilano intorno.
Questa diventa una dimensione molto più personale, che prescinde da ogni forma di tecnicismo. Il tempo è il tuo e non si misura con l’orologio. Questo tempo esprime la tua personalità e mette nella fotografia la tua capacità di essere presente – fisicamente ed emotivamente – nel contesto che ti circonda.

5. Storia

Il fascino dello stile sta nel fatto che non sai mai cosa può capitarti di incrociare. Ogni occasione è buona per far nascere una bella fotografia. Questo non significa vivere nell’anarchia. Un aspetto importante della fotografia Street è lavorare per progetti. Sono talmente numerosi gli elementi e gli accadimenti che potenzialmente possiamo inquadrare, che è bene avere le idee chiare su quale sia la storia che vogliamo raccontare. Lo storytelling è un’arte che fonde insieme soggetto, intenzione, composizione, tempismo, emozione. Il fotografo stesso, scegliendo quell’istante tra mille altri, apre uno spiraglio su se stesso e sulla sua visione del mondo. Si tratta di una competenza articolata che richiede tempo e pratica per essere affinata e che rimane continua ricerca. Qui l’elemento della personalità esplode alla massima potenza perchè sta alla sensibilità di ogni fotografo, scegliere a cosa dare voce. Inutile ed erroneo copiare quello che hanno fatto altri. La fotografia racconta di te, di quello che ti rapisce lo sguardo, di quello che cattura la tua attenzione. Si tratta della forma più creativa e irriverente di autoritratto!

Eccoci giunti al termine di questa breve introduzione alla Street Photography. Per riepilogare e dare concretezza a quello che abbiamo detto, in conclusione elenchiamo le 5 azioni che ti servono per realizzare una buona fotografia di strada (tenendo ovviamente conto delle indicazioni che ti abbiamo già dato sopra)

  1. Studia i maestri del passato e guarda le loro fotografie
  2. Procurati una macchina fotografica che sia agevole nel trasporto e rapida nello scatto
  3. Pensa a un progetto/soggetto che ti affascina
  4. Decidi come vuoi raccontare la storia che hai in mente, cosa vuoi esprimere e trasmettere
  5. Fai un bel respiro profondo, esci e scatta!

La fotografia di strada è molto più di una cartolina dalla città; è un’esigenza espressiva e narrativa che parte dal fotografo e si mischia alle vite dei soggetti.
Si tratta di un racconto che si concretizza in modo ogni volta inatteso e sorprendente.
Puoi decidere di ritrarre tutte le donne over 80 della tua città e avere ben chiara nella tua testa l’espressione che stai cercando e l’emozione che vuoi suscitare in chi guarderà la tua fotografia. La cosa bella sarà lasciarti incantare da ciò che il soggetto che hai scelto vuole raccontarti e svelarti. Si tratta di una ricerca continua e di una continua scoperta. Questo permette ad ogni immagine di essere assolutamente unica.
Questa grande potenza espressiva che la Street Photography ha nel raccontare il suo soggetto, è propria anche di SWP. Se non vuoi accontentarti nel giorno del tuo matrimonio di una sequenza banale di immagini, vista e rivista mille volte, se desideri un racconto che parli di te in modo unico, scopri SWP.

Pin It on Pinterest