Può sembrare un’idea bizzarra pensare di realizzare delle fotografie mentre chiedi alla tua dolce metà di sposarti:

  • potresti non volere uno sconosciuto tra i piedi mentre vivi uno dei momenti più intimi nella tua esistenza
  • potresti temere di immortalare il NO più pesante della tua vita
  • potresti sentirti in imbarazzo, temere di non vivere liberamente quell’emozione perché sotto “pressione da macchina fotografica”

Tutti motivi più che condivisibili, si tratta infatti di una scelta molto personale e soggettiva.

In questo caso non possiamo darti consigli organizzativi, ognuno ha in mente un’idea precisa sul come organizzare questo bellissimo momento. Dal punto di vista fotografico possiamo solo darti le nostre sincere impressioni in base a quello che abbiamo vissuto insieme alle nostre coppie.

La prima volta che ci hanno invitato a partecipare a una proposta di nozze qualche anno fa, eravamo anche noi un po’ in difficoltà, inutile negarlo. Ci muoviamo sempre in punta di piedi, ma in questo caso la discrezione deve raggiungere livelli di quasi invisibilità!

Non puoi intrometterti o far sentire la tua presenza, ma devi essere pronto a cogliere l’istante perfetto. Non si tratta solo di un’accortezza fotografica, devi essere presente emotivamente allo scatto perchè è davvero un momento irripetibile ed eterno, che dura un battito d’ali.

Ti raccontiamo quindi come abbiamo vissuto la preparazione e la realizzazione del servizio fotografico.

I mesi prima…

Il contatto viene per lo più dai futuri sposi che desiderano organizzare una sorpresa alla fidanzata. Spesso il nostro Bel Paese è scelto come meta per una viaggio romantico e in alcun casi questo diventa l’occasione perfetta per una proposta memorabile. Nei mesi antecedenti l’appuntamento ci sono state emozionate skypecall col futuro sposo, che ci ha chiesto consigli su come, dove e quando programmare la fatidica domanda. Il metodo SWP premette di creare un progetto dedicato e di dare informazioni utili e concrete per rendere questo sogno possibile.

E’ stato incredibile il livello di affiatamento, confidenza, complicità che si è creato. Una condivisione bellissima, un gioco di squadra.

Il grande giorno

La data scelta per la proposta è gestita insieme al futuro sposo quasi come se fossimo agenti segreti 🙂 della serie, “ci vediamo a quell’ora in quel punto… mi riconoscerai da… lei è quella che …” A quel punto ci sentiamo veramente molto coinvolti e partecipi della sua emozione!

La domanda

Grazie al metodo SWP e all’attenta fase di programmazione, siamo al posto giusto nel momento giusto per cogliere quella che, più di ogni altra espressione, descrive il termine GIOIA.
Possiamo sinceramente affermare che né sposo né sposa hanno vissuto male o con imbarazzo la presenza della macchina fotografica. Da una parte perchè il nostro modo di scattare le fotografie impone la discrezione, dall’altra perchè sono talmente immersi nell’emozione che stanno vivendo, che il resto del mondo intorno si annebbia completamente.

Si tratta di un momento davvero speciale e unico nella vita di una coppia. Sapendo di poter contare sulla massima discrezione, tipica di SWP, e su una buona dose di emozioni e adrenalina, la scelta di immortalare questo momento è assolutamente da valutare!

Ti stai chiedendo se fa per te? Solo tu puoi saperlo, noi possiamo dirti che è bellissimo e che lascia nelle tue mani la memoria di un momento irripetibile, che spesso, per il sovraccarico di emozioni che porta con sé, si sfuoca nei ricordi. Non permetterlo…

Se vuoi parlarne insieme per valutare se e come farlo, contattaci.

 

Pin It on Pinterest